Comune di Sovizzo

COMBUSTIONE RESIDUI VEGETALI

Pubblicata il 07/04/2014
Dal 07/04/2014 al 31/05/2014

La legge finanziaria regionale 11/2014 ha introdotto una nuova normativa relativa alla possibilità di procedere con la combustione controllata sul luogo di produzione di materiale vegetale residuale naturale derivante da attività agricole o da attività di manutenzione di orti o giardini privati, effettuata secondo le normali pratiche e consuetudini.
In particolare è consentita la combustione controllata del materiale residuale vegetale nel rispetto delle seguenti prescrizioni:
  • le attività devono essere effettuate sul luogo di produzione, ad adeguata distanza da edifici di terzi, in cumuli di dimensione limitata avendo cura di isolare l’intera zona da bruciare tramite una fascia libera da residui vegetali e di limitare l’altezza ed il fronte dell’abbruciamento;
  • le operazioni devono svolgersi nelle giornate di assenza di forte vento, assicurando, fino alla completa estinzione di focolai e braci, costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo, o di persona di sua fiducia;
  • le ceneri derivanti dalla combustione del materiale vegetale di cui al presente articolo sono recuperate per la distribuzione sul terreno a fini nutritivi o ammendanti.

Facebook Google+ Twitter